STUFE IN MURATURA

Una stufa antica da portare nel futuro

La stufa in muratura compare nel periodo della risale al 1500 nell'Europa Centrale come evoluzione di un forno a cui si aggiungono dei percorsi in muratura dove il fumo scambia il calore della combustione detti "giri di fumo". Il suo impiego si estese fino al periodo industriale, epoca in cui la stufa in muratura venne gradualmente sostituita da altre forme di riscaldamento ritenute più moderne.  (Storia delle stufe in muratura)

Negli ultimi 30 anni, si è registrato un vero e proprio "rinascimento" per questo tipo di stufe, data dall'impareggiabile "qualità del calore", dal loro utilizzo ecologico e il combustibile rinnovabile reperibile a km zero. Una delle caratteristiche più evidenti di queste stufe è infatti il basso consumo di legna. La stufa non deve stare continuamente accesa (come succede nella gran parte delle stufe che scaldano acqua o aria) si possono fare 1 o 2 cariche al giorno: Si mette la legna nella stufa (di solito fra i 10-20 kg) -Si accende - Dopo circa un'ora, quando tutta la legna è stata bruciata, - si chiude lo sportello e ci si gode l'inerzia termica per 12 o 24 ore. La stufa scalda anche da spenta!

stufa in muratura fra due pareti

finitura in terra cruda

Al centro della casa

Finitura in calce e maioliche

Stufa con panca

Finitura in terra cruda

In poco spazio...

Stufa con "forno bianco"

Angolare

Finitura in terra cruda e cotto antico

Il calore del "cotto"

Mattoni a vista artigianali della fornace Fonti

Come è fatta? come riscalda?

La stufa viene costruita all'interno con mattoni refrattari che hanno il compito di accumulare il calore e rilasciarlo lentamente; più la stufa è pesante più è in grado di accumulare e scaldare a lungo, ci sono stufe che possono pesare 6 quintale e stufe che possono pesare fino a 4 tonnellate.

La camera di combustione, la legna secca brucia tutta in una volta e la combustione è molto efficiente, con temperature attorno gli 800-900°C.

Il fumo, invece di uscire subito in canna fumaria, percorre dei "corridoi" a serpentina, in questo piccolo labirinto i gas caldi cedono calore alla muratura e i fumi escono a 120°-200°C. L'efficienza complessiva varia dal 78 al 95%.

L'inquinamento è da 10 a 20 volte inferiore se paragonato con quello prodotto da una vecchia cucina economica che ha una combustione lenta.


Alcuni fumisti "giocano" con i giri di fumo per creare corpi stufa (simili a "panche o armadi caldi") che scaldano efficacemente i locali retrostanti la stufa e quelli situati nel piano superiore. Tutto questo mantenendo un unico fuoco.

I corpi della stufa scaldano molto bene le stanze in cui sono presenti e di riflesso le stanze lontane per questo le prestazioni aumentano se la stufa è situata fra due o più pareti, se ci sono degli open space e diminuiscono se ci sono molte stanze piccole e corridoi.

Nelle case moderne ben isolate la stufa può diventare l'unico generatore di riscaldamento di tutta la casa, risparmiando sulla costruzione di impianti idraulici di distribuzione, termosifoni, impianti a pavimento ecc.

Nelle

Per approfondire

Storia della stufa in muratura

Dove mettere la stufa

Varianti, acqua calda sanitaria, inserto, cucinare con la stufa ecc.

Quanto può costare una stufa

Costo della stufa

La legna per la stufa in muratura

Uso e manutenzione della stufa