Cesteria ed

intrecci decorativi

homehome.htmlhttp://www.passileggerisullaterra.itshapeimage_1_link_0
 
 

L’arte dell’intreccio

E’ l’arte di costruire giocando con la natura, esplorando, sperimentandone le molteplici sfumature. E’ camminando per boschi, fossi, paludi e stagni attorno a noi che la natura si presenta ai nostri occhi nella sua spettacolare semplicità e nella sua incredibile bellezza, offrendosi a noi gratuitamente.

Ecco allora che rami, canne e paglia divengono, per mezzo dell’intreccio, strumenti. Essi, per mano dell’uomo, prendono forma creando oggetti capaci di perdurare nel corso degli anni senza creare nessun danno all’ambiente

Quasi come una tela, un quadro, l’arte dell’intreccio assorbe piacevolmente la mente e, rametto dopo rametto, si vengono a formare tessuti, capaci di contenere, di sopportare pesi, ma soprattutto capaci di raccontare una storia, la storia di un legame profondo tra l’uomo e la natura che ciclicamente si rigenera ogni anno.

L’aspetto innovativo in quest’epoca dominata dal consumismo e dallo spreco è che non occorre acquistare chissà quale materiale per poter creare: nell’intreccio basta semplicemente raccogliere i frutti delle stagioni. E dalla natura si finirà alla natura perché nulla produrrà inquinamento, nessuno scarto, se non potature per oggetti più piccoli, foglie per gli ovini, e minuscole rimanenze per il compostaggio in agricoltura.


I materiali

Il riconoscimento, la scelta, e la preparazione dei materiali è fondamentale e a volte costituisce il 60% del lavoro.

Salice, vitalba, canne palustri, sanguinello, olivo, giunchi, lantana, olmo, nocciolo, castagno, viburno, ginestra… Sono solo alcune delle piante che  possono essere utilizzate per creare intrecci.

Passando attraverso il lavoro delle mani, gli occhi impareranno a vedere e “scoprire” queste  piante semplici ed importanti che sono sempre state parte integrante del nostro territorio e fino ad oggi sono rimaste invisibili.

Nelle trame dei cesti, la musica del mondo

una storia che parte da lontano...


Il salice

Fra le piante non alimentari che hanno accompagnato l’uomo nella storia, un postodi prestigio lo occupa il salice.

Pianta dalle mille risorse: lo incontriamo ancora mentre, con le radici, regge le rive dei fossi, nei cesti, nelle gerle, panieri e in altri contenitori, nelle legature delle viti (vero e proprio spago di campagna).

Quando tagliarlo? Come lavorarlo?

Come riprodurre le varietà tradizionali?


Vedi la pagina dedicata al >> salice <<


Decorazione, arte e creatività

Da sempre l’intreccio ha accompagnato la vita dell’uomo, ma ora ciò che aveva puramente una vita funzionale può caricarsi anche di una valenza artistica e decorativa. Staccandosi dal concetto più rigido di intreccio legato alla

cesteria, possiamo inventarci nuovi ed originali utilizzi, alle volte solo opere d’arte.


Qualche video...

  1. -Un video di un corso di cesteria https://www.youtube.com/watch?v=-3E9gxE6w6A&feature=youtu.be

  2. -Intrecci un progetto di Segno Italiano https://vimeo.com/123324170

  3. -Realizzare il Paniere Bolognese regia e riprese di Ivo Passerini

un fondo e le sfumature

Asilo nido “il cavallino a dondolo” a Bologna in inverno e ad aprile

Cosa si fa?



Corsi di intrecci e cesteria

- Laboratori per bambini

- Creazione di “piantagioni” di salice e recupero di varietà locali.

“Mediazione didattica” fra maestri anziani locali e la “cittadinanza”

- Dimostrazione di cesteria per fiere ed altri eventi (con rimborso spese)

-Organizzazione corsi per comuni, associazioni.

-Arredi d’interni  (ristoranti, abitazioni, musei ecc.)

-intrecci per giardino

-Opere su misura

- Ricerca cestai in Italia www.cesteriainitalia.it

 

cesto “celtico”(?)

Lampada di canna palustre

gavagn romagnolo

quadri intrecciati- Museo S. Giovanni in Galilea (FC)

capanna

  1. -Per corsi e lavori su misura

Magnolini Andrea


Annunci: stiamo cercando di radunare un gruppo di gente interessata agli intrecci, dopo una prima “alfabetizzazione” ci piacerebbe che si formino dei gruppi locali che si ritrovano ogni tanto a scambiarsi liberamente le tecniche ed intrecciare sia “la sera” sia durante feste e manifestazioni.


E’ nato www.cesteriainitalia.it

Sito che cerca di raccogliere tutti coloro che intrecciano in Italia. consultazione e l’iscrizione è gratuita ed aperta ai cestai (o intrecciatori) che vogliono comparire

Il sito ha lo scopo di mostrare la varietà e la bellezza della cesteria in Italia.

Conosci qualche cestaio, vuoi partecipare, vuoi mandarci la foto di un cesto particolare? segnalalo sul sito


Con Terranuova Edizioni, E’ uscito il libro “Fare cesti, manuale pratico di cesteria secondo le tradizioni italiane regionali italiane” che raccoglie alcuni esempi della straordinaria diversità della cesteria in Italia. Si presenta come un manuale dove vengono spiegati passo passo 6 cesti tradizionali, dalla raccolta del materiale all’esecuzione.